NOI RICOMINCIAMO COSÌ!

LEGGERE E COMPRENDERE E anche questa sera è successo di tutto. Praticamente il diluvio universale o quasi: il campo si è allagato. Adalberto e i suoi compagni hanno trascorso tre ore nel fienile, tra gli attrezzi e le balle di fieno a fare la festa d addio che insieme alle guide avevano preparato al centro del campeggio. Si sono divertiti ugualmente: hanno mangiato, cantato, ballato e, mentre Paquita, una delle guide, suonava la chitarra, si sono scambiati i numeri di telefono e gli indirizzi. Poi, quasi all improvviso, ha smesso di piovere e il cielo è diventato sereno. C era una luna grandissima che faceva quasi impressione dopo il buio della pioggia. Allora, Paquita ha detto: E adesso riproviamo con i fuochi! Possiamo forse rinunciare, dopo quest esperienza di amicizia, alle stelle cadenti? In coro i ragazzi hanno urlato un NO! esagerato e la guida si è messa all opera. Il primo fuoco ha fatto PLOP! . Il secondo si è acceso e ha fatto una bellissima cascata bianca di stelle, che ci ha lasciati a bocca aperta. Il terzo è caduto vicino a un covone e ha creato un principio di incendio. Fine dei fuochi e tutti a prendere dei secchi per spegnerlo. Così, all una, stanchi morti e senza voce, sono andati a letto, domani alle sei si dovranno alzare. Ma le stelle cadenti le hanno viste per davvero, mentre andavano in tenda: due, una di seguito all altra. Visto? ha detto Paquita? Visto che cosa? hanno risposto i ragazzi in coro. Le stelle! Le avevo ordinate io! Angela Nanetti, Cara Rachel. . . Caro Denis. . . , Edizioni EL 17
NOI RICOMINCIAMO COSÌ!