NOI RICOMINCIAMO COSÌ!

LEGGERE E COMPRENDERE Noi, con i piedi sottoterra e la testa bagnata fradicia, stavamo zitti. un gioco nuovo? ha chiesto lei. Vogliamo diventare alberi, signora Anna. Proverete ancora domani, adesso è ora di rientrare, comincia a far freddo. La mattina mi sono svegliato presto, ero ancora in pigiama e sono corso a vedere le buche che avevamo scavato il giorno prima. Vicino al tronco, proprio dove noi ci eravamo seminati, c erano tre piccole piantine. Così ho capito che i tre alberi bambini siamo noi e lui li ha fatti nascere perché sa che gli vogliamo bene. Nadia Bellini, Il mondo di Federico, Raffaello Editrice SCRIVI le frasi mancanti, che trovi qui sotto, al posto giusto sulle righe nel racconto. I rami si sono mossi ed è apparsa la mia mamma che ci ha guardato attentamente. Quando sono stanco o triste, mi nascondo sotto i suoi rami e mi sembra di essere in una grotta tutta verde. Abbiamo preso l innaffiatoio e ci siamo fatti una bella doccia. Il salice ha allungato i rami e mi ha fatto una carezza sulla testa. Abbiamo preso una paletta e ci siamo seminati vicino al salice, sotto la grotta verde. Ora RILEGGI il testo completo e rispondi alle domande. Qual è il desiderio dei bambini? In quale modo cercano di realizzarlo? Prima Poi Il giorno dopo, che cosa trova Federico nelle buche scavate con i suoi amici? Che cosa capisce Federico? 23

NOI RICOMINCIAMO COSÌ!