FACCIAMO SQUADRA PER LEGGERE SUSSIDIARIO DEI LINGUAGGI 4

Gilgamesh e Humbaba Un giorno Gilgamesh, re di Uruk, propose a Enkidu, come atto di coraggio, di abbattere un cedro della foresta degli dèi. Enkidu gli disse che l’impresa era molto difficile, perché quel luogo era difeso da un mostro terribile: Humbaba. - Se stiamo insieme nessuno annienterà due compagni che si aiutano l’un l’altro - disse Gilgamesh, e fece preparare la spedizione. I due amici marciarono attraverso sette montagne, fino a che si ritrovarono nella foresta dei cedri. Lì si fermarono. Il cedro si ergeva davanti alla montagna in tutta la sua bellezza; la sua ombra era magnifica. Gilgamesh prese l’ascia in mano e abbatté il cedro. Quando Humbaba udì il rumore da lontano gridò: - Chi è costui che ha violato i miei boschi e tagliato il mio cedro? Come un toro selvaggio infuriato, annusava la terra, finché giunse davanti a Gilgamesh. I suo denti erano potenti come quelli del drago, gli occhi fiammeggianti e penetranti come quelli del leone, il petto era come l’uragano che travolge. Humbaba guardò l’eroe e scosse la testa con un gesto di condanna. Allora Gilgamesh invocò il dio sole, Samas, che ascoltò la preghiera e convocò il grande vento, il vento del nord, il turbine, la tempesta e il vento gelato, la bufera e il vento ardente. Essi vennero come draghi, come fuoco ardente, come serpente che raggela il cuore. I venti attaccarono Humbaba abbattendosi sui suoi occhi. Gilgamesh impugnò l’ascia e, accecato dalla rabbia, tagliò la testa del mostro. Poi Gilgamesh ed Enkidu la misero in un sacco e la portarono a Uruk, come trofeo della loro impresa. Simonetta Ponchia, Gilgamesh re di Uruk, Nuove Edizioni Romane Le avventure di Gilgamesh sono incise in caratteri cuneiformi su dodici tavolette di argilla, trovate durante gli scavi archeologici nel luogo in cui sorgeva Ninive, la capitale del regno assiro. Il poema, cioè il racconto in versi, è stato scritto circa quattromila anni fa ed è la più antica testimonianza di scrittura, la cui invenzione si deve al popolo sumero. Comprendo ANTICIPARE IL CONTENUTO • Prima di leggere il racconto, guarda in aula il video Enkidu e Gilgamesh contro Humbaba e il Toro Celeste, episodio 2 (www.youtube.com/watch?v=mSOczaa-Fzs - risorsa nella classe digitale) e scrivi su un foglietto i fatti principali. Dopo la visione, condividi i tuoi appunti con la classe e leggi in modo silenzioso il testo. Analizzo PERSONAGGI • Scrivi sul quaderno almeno cinque aggettivi qualificativi che descrivano le caratteristiche del protagonista. • Sottolinea nel testo la descrizione di Humbaba e i suoi poteri. Comprendo SIGNIFICATO DELLE PAROLE • Segna il sinonimo adatto a sostituire la parola trofeo: testimonianza. segnale. Facciamo squadra • Divisi in coppie rispondete sul quaderno alle domande seguenti. Attenzione! Per rispondere, mettete in gioco le vostre conoscenze di Storia; per verificarne la correttezza, leggete la didascalia che accompagna la foto, oppure il sussidiario. - A quale popolo del passato appartiene questo mito? - Quando è vissuto Gilgamesh? rima o dopo l’invenzione della scrittura? - Nel mito si dà importanza al legame tra Enkidu e Gilgamesh. Che tipo di rapporto lega i due personaggi? - Secondo voi, gli dèi saranno fieri dell’impresa eroica di Gilgamesh o lo puniranno? Comprendo CONNETTIVI • Scegli il connettivo giusto per completare le frasi e riflettere sul testo: quindi • ma • perché. - Gilgamesh è un eroe, ……….…………….…………….…… non teme di affrontare mostri. - Enkidu dice a Gilgamesh che l’impresa è difficile …………….…………….…………….………….… l’eroe fa preparare la spedizione, …….…………………….…………….… i due amici si dirigono verso la foresta degli dèi. Per svolgere queste proposte didattiche attivando la flipped classroom, consultare la Guida. Io mi valuto • So riconoscere le caratteristiche dei personaggi del mito: con facilità. con qualche difficoltà. con difficoltà.

Gilgamesh e Humbaba


Un giorno Gilgamesh, re di Uruk, propose a Enkidu, come atto di coraggio, di abbattere un cedro della foresta degli dèi.

Enkidu gli disse che l’impresa era molto difficile, perché quel luogo era difeso da un mostro terribile: Humbaba. - Se stiamo insieme nessuno annienterà due compagni che si aiutano l’un l’altro - disse Gilgamesh, e fece preparare la spedizione.

I due amici marciarono attraverso sette montagne, fino a che si ritrovarono nella foresta dei cedri. 

Lì si fermarono. Il cedro si ergeva davanti alla montagna in tutta la sua bellezza; la sua ombra era magnifica.

Gilgamesh prese l’ascia in mano e abbatté il cedro.

Quando Humbaba udì il rumore da lontano gridò:

- Chi è costui che ha violato i miei boschi e tagliato il mio cedro?

Come un toro selvaggio infuriato, annusava la terra, finché giunse davanti a Gilgamesh.

I suo denti erano potenti come quelli del drago, gli occhi fiammeggianti e penetranti come quelli del leone, il petto era come l’uragano che travolge.

Humbaba guardò l’eroe e scosse la testa con un gesto di condanna.

Allora Gilgamesh invocò il dio sole, Samas, che ascoltò la preghiera e convocò il grande vento, il vento del nord, il turbine, la tempesta e il vento gelato, la bufera e il vento ardente.

Essi vennero come draghi, come fuoco ardente, come serpente che raggela il cuore.

I venti attaccarono Humbaba abbattendosi sui suoi occhi. Gilgamesh impugnò l’ascia e, accecato dalla rabbia, tagliò la testa del mostro.

Poi Gilgamesh ed Enkidu la misero in un sacco e la portarono a Uruk, come trofeo della loro impresa.

Simonetta Ponchia, Gilgamesh re di Uruk, Nuove Edizioni Romane




Le avventure di Gilgamesh sono incise in caratteri cuneiformi su dodici tavolette di argilla, trovate durante gli scavi archeologici nel luogo in cui sorgeva Ninive, la capitale del regno assiro. 

Il poema, cioè il racconto in versi, è stato scritto circa quattromila anni fa ed è la più antica testimonianza di scrittura, la cui invenzione si deve al popolo sumero.



Comprendo

ANTICIPARE IL CONTENUTO

Prima di leggere il racconto, guarda in aula il video Enkidu e Gilgamesh contro Humbaba e il Toro Celeste, episodio 2 (www.youtube.com/watch?v=mSOczaa-Fzs - risorsa nella classe digitale) e scrivi su un foglietto i fatti principali. 

Dopo la visione, condividi i tuoi appunti con la classe e leggi in modo silenzioso il testo.



Analizzo

PERSONAGGI

• Scrivi sul quaderno almeno cinque aggettivi qualificativi che descrivano le caratteristiche del protagonista.

• Sottolinea nel testo la descrizione di Humbaba e i suoi poteri.



Comprendo

SIGNIFICATO DELLE PAROLE

• Segna il sinonimo adatto a sostituire la parola trofeo:

testimonianza. 

segnale.