FACCIAMO SQUADRA PER LEGGERE SUSSIDIARIO DEI LINGUAGGI 4

10ª TAPPA il tipo di testo TESTO ESPOSITIVO Facciamo squadra… per ANALIZZARE IL TESTO ESPOSITIVO • Leggete le caratteristiche del TESTO ESPOSITIVO che scoprirete nelle pagine successive. Utilizzate le domande ed entrare nei testi espositivi sarà facilissimo! Il testo espositivo ha lo SCOPO di fornire informazioni storiche, geografiche, di attualità... Si trova nelle enciclopedie, nei libri scolastici, in opuscoli, nei siti Internet... PERCHÉ? Un testo espositivo può essere: • CONTINUO: diviso in paragrafi o sequenze informative su aspetti specifici (sotto-argomenti) dell’argomento principale; da immagini con didascalie (spiegazioni). • NON CONTINUO: formato soprattutto da immagini e didascalie. • FUNZIONALE: con tabelle, schemi di utilità quotidiana (opuscoli, dépliant...). COM’È FATTO? Il LINGUAGGIO è preciso, con parole specifiche dell’argomento presentato e con parole chiave, utili per riconoscere le informazioni principali, evidenziate in nero o in colore COM’È SCRITTO? Per studiare un testo espositivo, segui queste indicazioni! 1 Leggi il titolo e individua l’argomento generale. 2 Leggi le parti di testo o paragrafi e sottolinea le parole chiave e le informazioni principali. 3 Trova un titoletto che riassuma ogni parte di testo o paragrafo. 4 Costruisci uno schema per sintetizzare le informazioni principali. 5 Utilizza lo schema per ripetere a voce alta l’argomento. COME SI LEGGE? ! FERMI TUTTI! Completo sui puntini e confronto in classe. • Il testo espositivo fornisce ……………………………..... su diversi argomenti. È scritto con un linguaggio preciso, ricco di parole specifiche dell’………......…………… presentato. Spesso l’argomento generale indicato dal …………………………….......... è suddiviso in …………………................ È arricchito da ….......................…................... con didascalie. Testo espositivo continuoTESTI INFORMATIVI Il Codice di Hammurabi 1 ...................................................................... Nel 1902 l’archeologo francese Jacques de Morgan scoprì il Codice di leggi scritto all’epoca del re babilonese Hammurabi (1750 a.C.). Inciso in caratteri cuneiformi, lungo una stele alta più di due metri, il Codice di Hammurabi è la prima raccolta di leggi del mondo antico. Vi troviamo elencate le regole per vivere nella società, le leggi da applicare e le punizioni da infliggere in caso di trasgressione. 2 ...................................................................... Per la prima volta nella Storia si era realizzato un modo per rendere pubbliche e facilmente consultabili le leggi. I sudditi di Hammurabi erano dunque perfettamente a conoscenza di che cosa era permesso e di cosa non lo era, così da potersi regolare nel comportamento quotidiano. 3 ...................................................................... Le leggi emanate dal re Hammurabi si basavano sul principio del «taglione»: allo scopo di evitare vendette private, anch’esse fuori legge, la pena era proporzionata al danno arrecato e colpiva il trasgressore facendogli subire un danno simile. 4 ...................................................................... A causa della divisione della popolazione in classi sociali diverse (uomini liberi, semi-liberi e schiavi), le leggi non erano uguali per tutti; per esempio, se un nobile (uomo libero) affidava il suo orto a un contadino (uomo semi-libero) perché lo coltivasse, il contadino doveva dare al padrone dell’orto due parti del raccolto e poteva tenere per sé solo la terza parte. Analizzo PARAGRAFI • Riordina i 4 titoli dei paragrafi, che presentano i sotto-argomenti, numerando i quadratini. Poi scrivili sui puntini nel testo. La legge del taglione. Tutti conoscono le leggi... La legge non è uguale per tutti... La scoperta del Codice di Hammurabi.
10ª TAPPA il tipo di testo TESTO ESPOSITIVO Facciamo squadra… per ANALIZZARE IL TESTO ESPOSITIVO • Leggete le caratteristiche del TESTO ESPOSITIVO che scoprirete nelle pagine successive. Utilizzate le domande ed entrare nei testi espositivi sarà facilissimo! Il testo espositivo ha lo SCOPO di fornire informazioni storiche, geografiche, di attualità... Si trova nelle enciclopedie, nei libri scolastici, in opuscoli, nei siti Internet... PERCHÉ? Un testo espositivo può essere: • CONTINUO: diviso in paragrafi o sequenze informative su aspetti specifici (sotto-argomenti) dell’argomento principale; da immagini con didascalie (spiegazioni). • NON CONTINUO: formato soprattutto da immagini e didascalie. • FUNZIONALE: con tabelle, schemi di utilità quotidiana (opuscoli, dépliant...). COM’È FATTO? Il LINGUAGGIO è preciso, con parole specifiche dell’argomento presentato e con parole chiave, utili per riconoscere le informazioni principali, evidenziate in nero o in colore  COM’È SCRITTO? Per studiare un testo espositivo, segui queste indicazioni! 1 Leggi il titolo e individua l’argomento generale. 2 Leggi le parti di testo o paragrafi e sottolinea le parole chiave e le informazioni principali. 3 Trova un titoletto che riassuma ogni parte di testo o paragrafo. 4 Costruisci uno schema per sintetizzare le informazioni principali. 5 Utilizza lo schema per ripetere a voce alta l’argomento. COME SI LEGGE? ! FERMI TUTTI! Completo sui puntini e confronto in classe. • Il testo espositivo fornisce ……………………………..... su diversi argomenti. È scritto con un linguaggio preciso, ricco di parole specifiche dell’………......…………… presentato.  Spesso l’argomento generale indicato dal …………………………….......... è suddiviso in …………………................ È arricchito da ….......................…................... con didascalie. Testo espositivo continuoTESTI INFORMATIVI Il Codice di Hammurabi 1 ...................................................................... Nel 1902 l’archeologo francese Jacques de Morgan scoprì il Codice di leggi scritto all’epoca del re babilonese Hammurabi (1750 a.C.). Inciso in caratteri cuneiformi, lungo una stele alta più di due metri, il Codice di Hammurabi è la prima raccolta di leggi del mondo antico. Vi troviamo elencate le regole per vivere nella società, le leggi da applicare e le punizioni da infliggere in caso di trasgressione. 2 ...................................................................... Per la prima volta nella Storia si era realizzato un modo per rendere pubbliche e facilmente consultabili le leggi. I sudditi di Hammurabi erano dunque perfettamente a conoscenza di che cosa era permesso e di cosa non lo era, così da potersi regolare nel comportamento quotidiano. 3 ...................................................................... Le leggi emanate dal re Hammurabi si basavano sul principio del «taglione»: allo scopo di evitare vendette private, anch’esse fuori legge, la pena era proporzionata al danno arrecato e colpiva il trasgressore facendogli subire un danno simile. 4 ...................................................................... A causa della divisione della popolazione in classi sociali diverse (uomini liberi, semi-liberi e schiavi), le leggi non erano uguali per tutti; per esempio, se un nobile (uomo libero) affidava il suo orto a un contadino (uomo semi-libero) perché lo coltivasse, il contadino doveva dare al padrone dell’orto due parti del raccolto e poteva tenere per sé solo la terza parte. Analizzo PARAGRAFI • Riordina i 4 titoli dei paragrafi, che presentano i sotto-argomenti, numerando i quadratini. Poi scrivili sui puntini nel testo. La legge del taglione.  Tutti conoscono le leggi... La legge non è uguale per tutti... La scoperta del Codice di Hammurabi.