FACCIAMO SQUADRA PER LEGGERE SUSSIDIARIO DEI LINGUAGGI 4

In fondo a mari e oceani Che cosa vedremmo, se potessimo far scomparire l’acqua del mare ed esplorarne i fondali? Vedremmo un mondo sconfinato, due volte più esteso delle terre emerse, visto che oltre il 70% del nostro pianeta è ricoperto d’acqua. È uno spazio enorme, esplorato solo in minima parte, fatto di montagne altissime, pianure sterminate e vulcani attivi. Sui piatti fondali del Mar Adriatico s’incontrano ogni tanto blocchi di roccia pieni di pesci, piante e formazioni simili ai coralli. Dall’altra parte del Mar Adriatico, di fronte alle coste della Croazia, il paesaggio cambia e la spiaggia sottomarina lascia il posto a pareti di roccia che sembrano montagne. Scendendo nell’Oceano Atlantico per molti chilometri troviamo un terreno in lieve discesa con alcune colline; poi, all’improvviso, si trovano le vette della gigantesca Dorsale medio atlantica, la più lunga catena montuosa del mondo; comincia appena sotto il Polo Nord, attraversa l’Islanda e, nel mezzo dell’Atlantico, scende fino all’Antartide. Lì cambia nome (Dorsale Indiana) e risale fino all’Oceano Indiano. In totale questa catena montuosa sommersa è lunga circa 80 mila chilometri e larga fino a 1600! Le sue montagne, alte più di 2 mila metri, crescono di oltre due centimetri all’anno ed esistono perché lì, dalla crosta terrestre spaccata, risale la lava dei vulcani attivi che ne percorrono l’intera lunghezza e rendono difficile attraversarle. «Focus Junior» Il Marsili è un vulcano sottomarino attivo. Si trova nel Mar Mediterraneo ed è alto ben 3000 metri. Ecco la mappa delle dorsali sottomarine. A destra, la Dorsale medio atlantica, in basso a destra la Dorsale indiana e, a sinistra, la Dorsale pacifico antartica. Il Silfra Canyon inabissato nelle acque dell’Islanda. Analizzo PAROLE CHIAVE • Sottolinea nel testo le parole chiave, cioè le parole più significative che servono a capire e a ricordare il contenuto. Facciamo squadra • A coppie suddividete il testo in paragrafi secondo il seguente schema: Il mondo sottomarino è uno spazio enorme di pianure, montagne e vulcani. I fondali del Mar Adriatico: blocchi di rocce e montagne. La Dorsale medio atlantica e la Dorsale Indiana. Le caratteristiche delle montagne della Dorsale. • Esponete a turno il contenuto del testo con l’aiuto dello schema e delle parole chiave. Io mi valuto • So riconoscere le parole chiave: con facilità. con qualche difficoltà. con difficoltà.

In fondo a mari e oceani


Che cosa vedremmo, se potessimo far scomparire l’acqua del mare ed esplorarne i fondali? Vedremmo un mondo sconfinato, due volte più esteso delle terre emerse, visto che oltre il 70% del nostro pianeta è ricoperto d’acqua. È uno spazio enorme, esplorato solo in minima parte, fatto di montagne altissime, pianure sterminate e vulcani attivi.

Sui piatti fondali del Mar Adriatico s’incontrano ogni tanto blocchi di roccia pieni di pesci, piante e formazioni simili ai coralli. Dall’altra parte del Mar Adriatico, di fronte alle coste della Croazia, il paesaggio cambia e la spiaggia sottomarina lascia il posto a pareti di roccia che sembrano montagne.

Scendendo nell’Oceano Atlantico per molti chilometri troviamo un terreno in lieve discesa con alcune colline; poi, all’improvviso, si trovano le vette della gigantesca Dorsale medio atlantica, la più lunga catena montuosa del mondo; comincia appena sotto il Polo Nord, attraversa l’Islanda e, nel mezzo dell’Atlantico, scende fino all’Antartide. Lì cambia nome (Dorsale Indiana) e risale fino all’Oceano Indiano.

In totale questa catena montuosa sommersa è lunga circa 80 mila chilometri e larga fino a 1600! Le sue montagne, alte più di 2 mila metri, crescono di oltre due centimetri all’anno ed esistono perché lì, dalla crosta terrestre spaccata, risale la lava dei vulcani attivi che ne percorrono l’intera lunghezza e rendono difficile attraversarle.

«Focus Junior»



Ecco la mappa delle dorsali sottomarine. A destra, la Dorsale medio atlanticain basso a destra la Dorsale indiana e, a sinistra, la Dorsale pacifico antartica.




Il Silfra Canyon inabissato nelle acque dell’Islanda.