FACCIAMO SQUADRA PER LEGGERE SUSSIDIARIO DEI LINGUAGGI 4

Tutto doppio 25 Gennaio Ciao, quaderno delle liste. Oggi mi sento sottosopra: mamma di qui, papà di là… È una vita difficile perché, quando sono con papà, mi manca mamma e, quando sono con mamma, mi manca papà. Quando qualcosa si spezza in due, tutto diventa improvvisamente doppio. LISTA DELLE COSE DOPPIE • due case • due letti • due astronavi Millenium Falcon della Lego • due pigiami del Milan • due computer • due bici • due di questo, due di quello… Che fortuna, vero? Sì, certo, e dove la mettiamo la doppia fatica? Uffa, andava tutto così bene... io non ci ho capito nulla... È successo così in fretta, ed era l’ultima cosa che mi aspettavo, perché mamma e papà non litigavano mai. Adesso papà abita vicino allo stadio. Dice che andremo a vedere più partite, senza problemi di parcheggio. Lo so che mi vogliono bene, lo so che siamo sempre una famiglia e che posso contare sempre su di loro, ma mi sento un po’ agitato. 27 Gennaio Il mattino è difficile. Mi sveglio e qui a casa è tutto uguale, ma anche diverso. Mi lavo i denti da solo. Prima lo facevo sempre con papà. Mi viene da piangere. - Le lacrime fanno bene, non fanno arrugginire il cuore - dice mamma. - Capisco le tue lacrime, anche gli uomini piangono, sai? - dice papà. WOW, adesso sembra che sia un genio perché piango, però le lacrime a me non piacciono. E basta. 11 Febbraio OGGI COMPIO 9 ANNI!! Stamattina la mamma mi ha fatto una sorpresa: ha costruito una barchetta con una vela di stoffa bianca arrotolata sull’albero. A dire la verità, quando ho aperto il pacchetto, ho pensato che era bruttina. Comunque, per non offenderla, le ho detto che era bella. Mamma mi ha guardato con un sorriso strano e mi ha detto di srotolare la vela. Ho slegato il filo e ho aperto la vela. Sopra c’era scritto: PER DUCCIO, BUONO PER UN CORSO DI VELA. Andremo al mare a giugno, subito dopo la scuola. MAMMA, TI ADORO! Paola Reggiani, Duccio e il mistero della musica telepatica, Feltrinelli Kids Io mi valuto • So riconoscere la struttura e il linguaggio: con facilità. con qualche difficoltà. con difficoltà. Oltre il testo • Le pagine di diario che hai letto parlano di una situazione famigliare ed emotiva molto importante: rileggi le parole di Duccio evidenziate e condividi le tue riflessioni con i compagni e con l’insegnante. Comprendo SIGNIFICATO DEL TESTO • Rifletti sulle caratteristiche del diario e distingui con ✗ le affermazioni vere V da quelle false F. - Nel diario di Duccio è sempre indicata la data. V F - Nel diario di Duccio manca la formula di saluto. V F - Il linguaggio utilizzato è difficile: non è spontaneo. V F - Nel diario non ci sono parole che permettono di capire che è scritto in prima persona. V F - Duccio chiama il suo diario «quaderno delle liste». V F - Nelle prime due pagine di diario, Duccio esprime il suo stato d’animo e nell’ultima racconta un evento. V F
Tutto doppio 25 Gennaio Ciao, quaderno delle liste. Oggi mi sento sottosopra: mamma di qui, papà di là…  È una vita difficile perché, quando sono con papà, mi manca mamma e, quando sono con mamma, mi manca papà. Quando qualcosa si spezza in due, tutto diventa improvvisamente doppio. LISTA DELLE COSE DOPPIE • due case • due letti • due astronavi Millenium Falcon della Lego • due pigiami del Milan • due computer • due bici • due di questo, due di quello… Che fortuna, vero? Sì, certo, e dove la mettiamo la doppia fatica? Uffa, andava tutto così bene... io non ci ho capito nulla... È successo così in fretta, ed era l’ultima cosa che mi aspettavo, perché mamma e papà non litigavano mai. Adesso papà abita vicino allo stadio. Dice che andremo a vedere più partite, senza problemi di parcheggio. Lo so che mi vogliono bene, lo so che siamo sempre una famiglia e che posso contare sempre su di loro, ma mi sento un po’ agitato. 27 Gennaio Il mattino è difficile. Mi sveglio e qui a casa è tutto uguale, ma anche diverso. Mi lavo i denti da solo. Prima lo facevo sempre con papà. Mi viene da piangere. - Le lacrime fanno bene, non fanno arrugginire il cuore - dice mamma. - Capisco le tue lacrime, anche gli uomini piangono, sai? - dice papà. WOW, adesso sembra che sia un genio perché piango, però le lacrime a me non piacciono. E basta. 11 Febbraio OGGI COMPIO 9 ANNI!! Stamattina la mamma mi ha fatto una sorpresa: ha costruito una barchetta con una vela di stoffa bianca arrotolata sull’albero.  A dire la verità, quando ho aperto il pacchetto, ho pensato che era bruttina. Comunque, per non offenderla, le ho detto che era bella. Mamma mi ha guardato con un sorriso strano e mi ha detto di srotolare la vela. Ho slegato il filo e ho aperto la vela. Sopra c’era scritto: PER DUCCIO, BUONO PER UN CORSO DI VELA. Andremo al mare a giugno, subito dopo la scuola. MAMMA, TI ADORO! Paola Reggiani, Duccio e il mistero della musica telepatica, Feltrinelli Kids Io mi valuto • So riconoscere la struttura e il linguaggio: con facilità.  con qualche difficoltà.  con difficoltà. Oltre il testo • Le pagine di diario che hai letto parlano di una situazione famigliare ed emotiva molto importante: rileggi le parole di Duccio evidenziate e condividi le tue riflessioni con i compagni e con l’insegnante. Comprendo SIGNIFICATO DEL TESTO • Rifletti sulle caratteristiche del diario e distingui con ✗ le affermazioni vere V da quelle false F. - Nel diario di Duccio è sempre indicata la data. V F - Nel diario di Duccio manca la formula di saluto. V F - Il linguaggio utilizzato è difficile: non è spontaneo. V F - Nel diario non ci sono parole che permettono di capire che è scritto in prima persona. V F - Duccio chiama il suo diario «quaderno delle liste». V F - Nelle prime due pagine di diario, Duccio esprime il suo stato d’animo e nell’ultima racconta un evento. V F