FACCIAMO SQUADRA PER LEGGERE SUSSIDIARIO DEI LINGUAGGI 4

Febbre e poesia da: Silvia Tosetti silviatos@epis.it a: Alberto Lombi piccoloprincipe@merkurio.it inviato: 2 Gennaio 2017 - 18.45 oggetto: febbre e poesia Caro Alberto, questa è una lettera triste, perché io sono triste. E allora tu dirai: - Perché mi scrivi? E io ti rispondo: - Perché altrimenti a che cosa servono gli amici? Uffa, mi sono ammalata, così ho cominciato l’anno nuovo con la febbre a 39. Il fatto è che la sera di Capodanno, al ritorno dalla baita, ci siamo fermati a fare a palle di neve e a spintonarci nella neve fresca. Ed ecco il risultato. La febbre mi fa piangere. Mi ha sempre fatto questo effetto, fin da quando ero piccola, e me lo fa ancora. E, quando sono triste, amo la poesia. Non so perché, ma con la malinconia mi viene voglia di leggere poesia (fa anche rima!). E allora… Sai che cosa ho fatto ieri? Prima ho chiesto alla mamma se mi leggeva qualcosa lei, ma non ne ha voluto sapere. - Che cos’è questa regressione? - ha detto. - Non hai mica tre anni! Allora sai che cosa ho fatto? Sono andata in camera di mia sorella Gianna e, approfittando del fatto che era a sciare, le ho preso un libro di poesie. Ne ho trovata una bellissima, che parla di un ragazzo selvaggio che se la prende con i numeri. Così ne ho scritta una anch’io, eccola qua: Non più cifre, non più numeri, non più scuole. Non più Egizi, non più Sumeri, non più parole. Anche nel silenzio possiamo piangere e ridere come in un film muto, siamo ragazzi selvaggi non ci serve aiuto. La vita canta qualcosa di bello, ai ragazzi selvaggi non serve il cervello. Cosa ne dici? Be’, non so perché, ma questi ragazzi selvaggi mi hanno reso più tranquilla. Ciao, ragazzo super impegnato! Silvia S. Roncaglia-S. Ruiz Mignone, 31 e-mail per un piccolo principe, Einaudi Ragazzi Analizzo E-MAIL E INDIRIZZO ELETTRONICO • Per mandare un messaggio di posta elettronica devi avere un indirizzo elettronico e conoscere quello del destinatario. Ecco le parti dell’indirizzo elettronico: 1 nome (di mittente e destinatario): può essere vero o di fantasia; 2 simbolo @: in Italia è chiamato «chiocciola»; si legge «et» e significa «presso»; 3 dominio (provider): è il nome dell’ente, dell’organizzazione, che fornisce il collegamento a Internet; 4 it: indica lo Stato (in questo caso l’Italia), in cui è registrato il dominio; • Sottolinea con i colori indicati le parti dell’indirizzo elettronico di Silvia. • Nell’indirizzo elettronico dell’ e-mail che hai letto, completa i quadratini così: mittente. destinatario. data. argomento della mail. Comprendo INFORMAZIONI NASCOSTE • Rispondi con ✗. - Nell’e-mail Silvia racconta ad Alberto la sua disavventura, ma accenna anche a due argomenti molto importanti. Quali? La febbre a Capodanno è una noia. Gli amici sono importanti nei momenti difficili. Maschi e femmine possono essere veri amici. • E tu che cosa ne pensi? Sei d’accordo con Silvia? Scrivi una e-mail a Silvia per esporle la tua opinione sugli argomenti. Non dimenticare di completare l’e-mail con un tuo indirizzo elettronico di fantasia. Io mi valuto • So riconoscere gli elementi e lo scopo dell'e-mail: con facilità. con qualche difficoltà. con difficoltà.
Febbre e poesia da: Silvia Tosetti silviatos@epis.it a: Alberto Lombi piccoloprincipe@merkurio.it inviato: 2 Gennaio 2017 - 18.45 oggetto: febbre e poesia Caro Alberto, questa è una lettera triste, perché io sono triste. E allora tu dirai: - Perché mi scrivi? E io ti rispondo: - Perché altrimenti a che cosa servono gli amici? Uffa, mi sono ammalata, così ho cominciato l’anno nuovo con la febbre a 39. Il fatto è che la sera di Capodanno, al ritorno dalla baita, ci siamo fermati a fare a palle di neve e a spintonarci nella neve fresca. Ed ecco il risultato. La febbre mi fa piangere. Mi ha sempre fatto questo effetto, fin da quando ero piccola, e me lo fa ancora. E, quando sono triste, amo la poesia. Non so perché, ma con la malinconia mi viene voglia di leggere poesia (fa anche rima!). E allora… Sai che cosa ho fatto ieri? Prima ho chiesto alla mamma se mi leggeva qualcosa lei, ma non ne ha voluto sapere. - Che cos’è questa regressione? - ha detto. - Non hai mica tre anni! Allora sai che cosa ho fatto? Sono andata in camera di mia sorella Gianna e, approfittando del fatto che era a sciare, le ho preso un libro di poesie. Ne ho trovata una bellissima, che parla di un ragazzo selvaggio che se la prende con i numeri. Così ne ho scritta una anch’io, eccola qua: Non più cifre, non più numeri, non più scuole. Non più Egizi, non più Sumeri, non più parole. Anche nel silenzio possiamo piangere e ridere come in un film muto, siamo ragazzi selvaggi non ci serve aiuto. La vita canta qualcosa di bello, ai ragazzi selvaggi non serve il cervello. Cosa ne dici?  Be’, non so perché, ma questi ragazzi selvaggi mi hanno reso più tranquilla. Ciao, ragazzo super impegnato! Silvia S. Roncaglia-S. Ruiz Mignone, 31 e-mail per un piccolo principe, Einaudi Ragazzi Analizzo E-MAIL E INDIRIZZO ELETTRONICO • Per mandare un messaggio di posta elettronica devi avere un indirizzo elettronico e conoscere quello del destinatario. Ecco le parti dell’indirizzo elettronico: 1 nome (di mittente e destinatario): può essere vero o di fantasia; 2 simbolo @: in Italia è chiamato «chiocciola»; si legge «et» e significa «presso»; 3 dominio (provider): è il nome dell’ente, dell’organizzazione, che fornisce il collegamento a Internet; 4 it: indica lo Stato (in questo caso l’Italia), in cui è registrato il dominio; • Sottolinea con i colori indicati le parti dell’indirizzo elettronico di Silvia. • Nell’indirizzo elettronico dell’ e-mail che hai letto, completa i quadratini così: mittente. destinatario. data. argomento della mail. Comprendo INFORMAZIONI NASCOSTE • Rispondi con ✗. - Nell’e-mail Silvia racconta ad Alberto la sua disavventura, ma accenna anche a due argomenti molto importanti. Quali? La febbre a Capodanno è una noia. Gli amici sono importanti nei momenti difficili. Maschi e femmine possono essere veri amici. • E tu che cosa ne pensi? Sei d’accordo con Silvia? Scrivi una e-mail a Silvia per esporle la tua opinione sugli argomenti. Non dimenticare di completare l’e-mail con un tuo indirizzo elettronico di fantasia. Io mi valuto • So riconoscere gli elementi e lo scopo dell'e-mail: con facilità.  con qualche difficoltà.  con difficoltà.