FACCIAMO SQUADRA PER LEGGERE SUSSIDIARIO DEI LINGUAGGI 4

IMPARO DI PIÙ I connettivi nel testo Ricordi? Le parole legame, o connettivi logici e temporali (come i segni di interpunzione, i pronomi, le congiunzioni…), servono a evitare le ripetizioni e collegare le frasi di un testo: allenati ancora, per imparare bene a riconoscere i connettivi. Fai attenzione a ogni indizio utile per comprendere il loro significato. Tortorelle verso la libertà 28 Luglio Caro diario mio mio, da qualche giorno, a me e a Irene, frullava un’idea in testa. Precisamente da quando, sabato scorso, siamo andate al mercato di Porta Palazzo con la mamma. Arrivando da Corso Giulio Cesare, una parte del marciapiede sotto i portici è occupata dai venditori di uccelli. Ne vendono di tutti i tipi: bengalini, canarini, pappagallini. In ogni gabbia ce ne sono tanti e a me fanno una gran pena. • La parola ne si riferisce ad animali di questa parte di testo che sono già stati nominati. - Quali sono? Ritrovali e cerchiali. Ogni volta che vedo un uccellino dietro le sbarre, mi sembra di esserci io al suo posto. Gli uccelli dovrebbero volare liberi nell’aria, invece sono costretti a stare rinchiusi, e il loro canto, quello che allieta chi li compra, per me è un canto di nostalgia per la libertà perduta. • La parola invece unisce la prima frase, evidenziata in verde, e la seconda, in giallo. - Tra le due frasi evidenziate c’è un rapporto logico. Di che tipo? Causa-effetto. Successione temporale. Contrapposizione. - Con quale altra parola potresti sostituire invece, senza cambiare significato? Quindi. Poi. Ma. Mentre la mamma era impegnata a fare acquisti in una delle tante bancherelle, io e Irene ci siamo avvicinate alle gabbie. Il nostro sguardo è stato attirato da due tortore. Erano davvero belle. Abbiamo chiesto quanto costavano: cinque euro l’una. È stato in quel momento che ci è venuta l’idea: comprare due tortorelle e restituire loro la libertà. Così, stamattina, siamo andate a Porta Palazzo, dopo aver riscosso la paghetta. • Le parole mentre e dopo servono a unire le due frasi evidenziate. - Che cosa indicano, rispettivamente? Completa sui puntini: mentre indica che le azioni avvengono nello stesso …………… dopo indica che le azioni avvengono in tempi ……………… → Ne abbiamo scelte due che, poverine, sbattevano le ali urtandosi l’una contro l’altra. Non vi dico lo stupore del venditore, quando abbiamo detto che, per portarle via, non avevamo bisogno di una scatola! - E come pensate di portarle a casa? - ci ha chiesto. - Non si preoccupi! - abbiamo risposto in coro. Allora ha estratto una tortorella e l’ha messa nelle mie mani, poi ha preso l’altra e l’ha messa nelle mani di Irene. Tutte e due abbiamo cercato di non stringerle troppo. Poi ci siamo scambiate uno sguardo d’intesa, abbiamo aperto le mani e lasciato andare le tortore gridando: - Siete libere! Si sono alzate in volo e si sono allontanate. Le abbiamo seguite con lo sguardo, finché le abbiamo viste dirigersi verso il fiume. Poi, felici, ci siamo incamminate verso casa. Angelo Petrosino, Il diario segreto di Valentina, Piemme Il battello a vapore • Parti dalla freccia che vedi nel testo e cerchia tutte le parole che si riferiscono alle tortorelle e che servono a non ripeterne il nome. Io mi valuto • Rispondi su un foglietto e confrontati in classe. Che cosa dovevo fare? Sono soddisfatta/o di come ho svolto il compito? Che cosa non riesco ancora a fare?

IMPARO DI PIÙ

I connettivi nel testo


Ricordi?

Le parole legame, o connettivi logici e temporali (come i segni di interpunzione, i pronomi, le congiunzioni…), servono a evitare le ripetizioni e collegare le frasi di un testo: allenati ancora, per imparare bene a riconoscere i connettivi.

Fai attenzione a ogni indizio utile per comprendere il loro significato.


Tortorelle verso la libertà


28 Luglio


Caro diario mio mio,

da qualche giorno, a me e a Irene, frullava un’idea in testa. 

Precisamente da quando, sabato scorso, siamo andate al mercato di Porta Palazzo con la mamma.

Arrivando da Corso Giulio Cesare, una parte del marciapiede sotto i portici è occupata dai venditori di uccelli.

Ne vendono di tutti i tipi: bengalini, canarini, pappagallini.

In ogni gabbia ce ne sono tanti e a me fanno una gran pena.


• La parola ne si riferisce ad animali di questa parte di testo che sono già stati nominati.

- Quali sono? Ritrovali e cerchiali.


Ogni volta che vedo un uccellino dietro le sbarre, mi sembra di esserci io al suo posto. 

Gli uccelli dovrebbero volare liberi nell’aria, invece sono costretti a stare rinchiusi, e il loro canto, quello che allieta chi li compra, per me è un canto di nostalgia per la libertà perduta.


• La parola invece unisce la prima frase, evidenziata in verde, e la seconda, in giallo.

- Tra le due frasi evidenziate c’è un rapporto logico. Di che tipo?

Causa-effetto. 

Successione temporale. 

Contrapposizione.

- Con quale altra parola potresti sostituire invece, senza cambiare significato?

Quindi. 

Poi. 

Ma.


Mentre la mamma era impegnata a fare acquisti in una delle tante bancherelleio e Irene ci siamo avvicinate alle gabbie.

Il nostro sguardo è stato attirato da due tortore. 

Erano davvero belle.

Abbiamo chiesto quanto costavano: cinque euro l’una.

È stato in quel momento che ci è venuta l’idea: comprare due tortorelle e restituire loro la libertà.

Così, stamattina, siamo andate a Porta Palazzodopo aver riscosso la paghetta.


• Le parole mentredopo servono a unire le due frasi evidenziate.

- Che cosa indicano, rispettivamente? Completa sui puntini:

mentre indica che le azioni avvengono nello stesso ……………

dopo indica che le azioni avvengono in tempi ………………


→ Ne abbiamo scelte due che, poverine, sbattevano le ali urtandosi l’una contro l’altra. Non vi dico lo stupore del venditore, quando abbiamo detto che, per portarle via, non avevamo bisogno di una scatola!

- E come pensate di portarle a casa? - ci ha chiesto.

- Non si preoccupi! - abbiamo risposto in coro.

Allora ha estratto una tortorella e l’ha messa nelle mie mani, poi ha preso l’altra e l’ha messa nelle mani di Irene.

Tutte e due abbiamo cercato di non stringerle troppo.

Poi ci siamo scambiate uno sguardo d’intesa, abbiamo aperto le mani e lasciato andare le tortore gridando:

- Siete libere!

Si sono alzate in volo e si sono allontanate.

Le abbiamo seguite con lo sguardo, finché le abbiamo viste dirigersi verso il fiume. Poi, felici, ci siamo incamminate verso casa.

Angelo Petrosino, Il diario segreto di Valentina, Piemme Il battello a vapore


• Parti dalla freccia che vedi nel testo e cerchia tutte le parole che si riferiscono alle tortorelle e che servono a non ripeterne il nome.