FACCIAMO SQUADRA PER LEGGERE SUSSIDIARIO DEI LINGUAGGI 4

Sulle ali dell’Ippogrifo Harry, Ron e Hermione si avviarono verso la capanna di Hagrid, al limitare della foresta proibita, per la prima lezione di Cura delle Creature Magiche. - Muovetevi! - esclamò Hagrid. - Oggi ho una cosa specialissima per voi! E li condusse davanti a un recinto. - Bene - disse - vado e prendo le Creature Magiche. Voi rimanete qui. Si allontanò da loro e si addentrò nella foresta. - Oooooh! - esclamò Harry, indicando il lato opposto del recinto. Almeno una dozzina di creature, le più bizzarre che avesse mai visto, trotterellavano verso di loro. Avevano i corpi, le zampe posteriori e le code da cavallo, le zampe anteriori, le ali e la testa di aquile giganti, becchi feroci color dell'acciaio e grandi occhi di un arancione squillante. Ciascuna delle bestie portava un collare di cuoio, fissato a una lunga catena, e tutte le estremità delle catene erano strette nelle mani di Hagrid, che entrò correndo nel recinto, dietro le creature. I tre ragazzi fecero un passo indietro. - Ippogrifi! - esclamò allegramente Hagrid. - Belli, vero? Ora, la prima cosa da sapere sugli ippogrifi è che sono orgogliosi. Si offendono facilmente. Dovete lasciargli fare la prima mossa. Camminate verso l’ippogrifo, fate un inchino e aspettate. Se anche lui fa un inchino, potete toccarlo. Se non lo fa, via veloci, perché quegli artigli fanno male. Bene, chi va per primo? - Io! - esclamò Harry. - Bravo! - rispose Hagrid. - Vediamo come te la cavi con Fierobecco. Slegò una delle catene e sfilò il collare di cuoio a un ippogrifo grigio. - Piano - sussurrò Hagrid. - Ora fai l'inchino… Harry s’inchinò in fretta e poi alzò gli occhi. L’ippogrifo continuava a fissarlo, altezzoso. Poi, con grande sorpresa di Harry, piegò le ginocchia squamose e si abbassò in quello che era un inconfondibile inchino. - Ben fatto, Harry! - esclamò Hagrid. - Adesso puoi toccarlo! Accarezzagli il becco, avanti! Harry avanzò lentamente verso l’ippogrifo e tese una mano. Gli carezzò il becco alcune volte e l’ippogrifo chiuse gli occhi. - Va bene così, Harry - disse Hagrid. - Ora ti lascia salire in groppa, guarda! Harry mise il piede sull’ala di Fierobecco e s’issò sul suo dorso. L’ippogrifo si alzò e le sue ali, lunghe più di tre metri, si spalancarono. - Bravo, Harry! - ruggì Hagrid. J. K. Rowling, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Salani Editore ASPETTO FISICO E COMPORTAMENTO Ricordi? La descrizione ti aiuta a vedere com’è fatto qualcosa per mezzo delle parole. • Rispondi a voce: che tipo di animale viene descritto? Secondo te, il racconto sarebbe accattivante senza la descrizione? • Evidenzia con due colori diversi le caratteristiche dell’aspetto fisico e del comportamento dell’ippogrifo. Oltre il testo • Se tu fossi un personaggio fantasy, saresti: un forte cavaliere. un animale fantastico (un ippogrifo, un unicorno, un fauno, un drago…). un mago crudele. un elfo coraggioso. • Spiega a voce quali sarebbero i tuoi poteri straordinari per far trionfare le forze del Bene. Io mi valuto • So distinguere i dati descrittivi dell’aspetto fisico e del comportamento: con facilità. con qualche difficoltà. con difficoltà. Facciamo squadra • A gruppi di tre, guardate a casa un film fantasy (per esempio, Le cronache di Narnia, Harry Potter e la pietra filosofale…) e scrivete in una tabella gli elementi del racconto fantasy. Poi mostrate al gruppo classe la vostra tabella e discutete insieme su quali siano le differenze e le somiglianze tra fantasy e fiaba.

Sulle ali dell’Ippogrifo


Harry, Ron e Hermione si avviarono verso la capanna di Hagrid, al limitare della foresta proibita, per la prima lezione di Cura delle Creature Magiche.

- Muovetevi! - esclamò Hagrid. - Oggi ho una cosa specialissima per voi!

E li condusse davanti a un recinto.

- Bene - disse - vado e prendo le Creature Magiche. Voi rimanete qui.

Si allontanò da loro e si addentrò nella foresta.

- Oooooh! - esclamò Harry, indicando il lato opposto del recinto.

Almeno una dozzina di creature, le più bizzarre che avesse mai visto, trotterellavano verso di loro.

Avevano i corpi, le zampe posteriori e le code da cavallo, le zampe anteriori, le ali e la testa di aquile giganti, becchi feroci color dell'acciaio e grandi occhi di un arancione squillante.

Ciascuna delle bestie portava un collare di cuoio, fissato a una lunga catena, e tutte le estremità delle catene erano strette nelle mani di Hagrid, che entrò correndo nel recinto, dietro le creature. I tre ragazzi fecero un passo indietro.

- Ippogrifi! - esclamò allegramente Hagrid. - Belli, vero? Ora, la prima cosa da sapere sugli ippogrifi è che sono orgogliosi. Si offendono facilmente. Dovete lasciargli fare la prima mossa. Camminate verso lippogrifo, fate un inchino e aspettate. Se anche lui fa un inchino, potete toccarlo. Se non lo fa, via veloci, perché quegli artigli fanno male. Bene, chi va per primo?

- Io! - esclamò Harry.

- Bravo! - rispose Hagrid. - Vediamo come te la cavi con Fierobecco.

Slegò una delle catene e sfilò il collare di cuoio a un ippogrifo grigio.

- Piano - sussurrò Hagrid. - Ora fai l'inchino…

Harry s’inchinò in fretta e poi alzò gli occhi.

L’ippogrifo continuava a fissarlo, altezzoso.

Poi, con grande sorpresa di Harry, piegò le ginocchia squamose e si abbassò in quello che era un inconfondibile inchino.

- Ben fatto, Harry! - esclamò Hagrid. - Adesso puoi toccarlo! Accarezzagli il becco, avanti!

Harry avanzò lentamente verso l’ippogrifo e tese una mano. Gli carezzò il becco alcune volte e l’ippogrifo chiuse gli occhi.

- Va bene così, Harry - disse Hagrid. - Ora ti lascia salire in groppa, guarda!

Harry mise il piede sull’ala di Fierobecco e s’issò sul suo dorso.

L’ippogrifo si alzò e le sue ali, lunghe più di tre metri, si spalancarono.

- Bravo, Harry! - ruggì Hagrid.

J. K. Rowling, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Salani Editore



ASPETTO FISICO E COMPORTAMENTO

Ricordi? La descrizione ti aiuta a vedere com’è fatto qualcosa per mezzo delle parole.

Rispondi a voce: che tipo di animale viene descritto? Secondo te, il racconto sarebbe accattivante senza la descrizione?

Evidenzia con due colori diversi le caratteristiche dell’aspetto fisico e del comportamento dell’ippogrifo.



Oltre il testo

• Se tu fossi un personaggio fantasy, saresti:

un forte cavaliere.

un animale fantastico (un ippogrifo, un unicorno, un fauno, un drago…).

un mago crudele.

un elfo coraggioso.

• Spiega a voce quali sarebbero i tuoi poteri straordinari per far trionfare le forze del Bene.



Io mi valuto

• So distinguere i dati descrittivi dell’aspetto fisico e del comportamento:

con facilità. 

con qualche difficoltà. 

con difficoltà.