FACCIAMO SQUADRA PER LEGGERE SUSSIDIARIO DEI LINGUAGGI 4

5ª TAPPA il tipo di testo RACCONTO D’AVVENTURA Facciamo squadra… per ANALIZZARE IL RACCONTO D’AVVENTURA • Leggete le caratteristiche del RACCONTO D’AVVENTURA che scoprirete nelle pagine successive. Utilizzate le domande ed entrare nei racconti d’avventura sarà facilissimo! Il racconto d’avventura è un testo narrativo che ha lo SCOPO di coinvolgere il lettore e tenerlo con il fiato sospeso, creando attesa e tensione fino alla fine (effetto suspense). PERCHÉ? I PERSONAGGI sono esploratori, viaggiatori o ragazzi coraggiosi, con spirito d’iniziativa, che riescono a trovare soluzioni ingegnose per superare situazioni di pericolo, ostacoli e imprevisti (colpi di scena). CHI? LUOGHI sono naturali e selvaggi: foreste, deserti, grotte, oceani… Il TEMPO è di solito imprecisato, ma realistico. DOVE? QUANDO? È formato da tre parti: INIZIO, VICENDA e CONCLUSIONE. La narrazione ha un ritmo veloce e incalzante; il linguaggio è caratterizzato da dialoghi, che evidenziano la tensione dei personaggi, e da numerose descrizioni. COM’È FATTO? Il racconto d’avventura può essere scritto: • in prima persona, se il narratore è un personaggio della storia (NARRATORE INTERNO); • in terza persona, se il narratore è esterno alla storia (NARRATORE ESTERNO). CHI SCRIVE? ! FERMI TUTTI! Completo sui puntini e confronto in classe. • Il racconto d’avventura è un testo……........................... che racconta situazioni .............……………............, ostacoli e ……………………...... vissuti da personaggi ……..............…….......................... in luoghi ……………….........................… e selvaggi. Racconto d’avventuraTESTI NARRATIVI Avventura sull’isola Dopo il naufragio, Will era approdato su quell’isola sconosciuta. Si era costruito un rifugio, nel mezzo della giungla: dormiva sulla terra nuda, incastrato tra le radici di un albero, che fungevano da cuscino. Quella notte, mentre affilava con una pietra tagliente alcuni rametti per farne delle frecce, udì un improvviso fruscio: dal sottobosco irruppe una sagoma scura. Will si bloccò per la paura. Era un cinghiale! L’animale lo caricò e Will finì gambe all’aria. Sentì un morso al polpaccio e vide del sangue che gli colava. «Un albero» pensò Will disperato. «Devo arrampicarmi su un albero!». Si guardò intorno, in preda al panico: c’erano soltanto palme, con i tronchi alti e senza rami, difficili da scalare. Poi lo sguardo gli cadde sulla freccia a cui stava lavorando: la punta era conficcata nel terreno. Will si tuffò, nell’instante in cui il cinghiale sferrava un nuovo attacco, rotolò su se stesso, afferrò la freccia, estraendola dal terreno, poi si sedette, prese la mira e tirò. La freccia colpì l’animale su un lato del muso, dietro il naso. Attese un nuovo attacco, ma il cinghiale ferito lanciò un grugnito di dolore e sparì. Will rimase disteso sul terreno, in attesa che il battito del suo cuore riprendesse un ritmo normale. Gordon Korman, Survival. Avventure su un’isola deserta, Piemme, Il Battello a Vapore Analizzo PERICOLI E COLPI DI SCENA Sottolinea le risposte nel testo. - Quale situazione di pericolo ha vissuto Will, prima di giungere sull’isola? - Quale fatto imprevisto lo sorprende? - Qual è il colpo di scena? Facciamo squadra • E tu, che tipo sei? coraggioso. pauroso. prudente. curioso. • Divisi in coppie, scrivete che cosa significa per voi essere coraggiosi. Poi confrontate la vostra opinione con quelle dei compagni.
5ª TAPPA il tipo di testo RACCONTO D’AVVENTURA Facciamo squadra… per ANALIZZARE IL RACCONTO D’AVVENTURA • Leggete le caratteristiche del RACCONTO D’AVVENTURA che scoprirete nelle pagine successive.  Utilizzate le domande ed entrare nei racconti d’avventura sarà facilissimo! Il racconto d’avventura è un testo narrativo che ha lo SCOPO di coinvolgere il lettore e tenerlo con il fiato sospeso, creando attesa e tensione fino alla fine (effetto suspense). PERCHÉ? I PERSONAGGI sono esploratori, viaggiatori o ragazzi coraggiosi, con spirito d’iniziativa, che riescono a trovare soluzioni ingegnose per superare situazioni di pericolo, ostacoli e imprevisti (colpi di scena). CHI?  LUOGHI sono naturali e selvaggi: foreste, deserti, grotte, oceani… Il TEMPO è di solito imprecisato, ma realistico. DOVE? QUANDO? È formato da tre parti: INIZIO, VICENDA e CONCLUSIONE. La narrazione ha un ritmo veloce e incalzante; il linguaggio è caratterizzato da dialoghi, che evidenziano la tensione dei personaggi, e da numerose descrizioni. COM’È FATTO? Il racconto d’avventura può essere scritto: • in prima persona, se il narratore è un personaggio della storia (NARRATORE INTERNO); • in terza persona, se il narratore è esterno alla storia (NARRATORE ESTERNO). CHI SCRIVE? ! FERMI TUTTI! Completo sui puntini e confronto in classe. • Il racconto d’avventura è un testo……........................... che racconta situazioni .............……………............, ostacoli e ……………………...... vissuti da personaggi ……..............…….......................... in luoghi ……………….........................… e selvaggi. Racconto d’avventuraTESTI NARRATIVI Avventura sull’isola Dopo il naufragio, Will era approdato su quell’isola sconosciuta.  Si era costruito un rifugio, nel mezzo della giungla: dormiva sulla terra nuda, incastrato tra le radici di un albero, che fungevano da cuscino. Quella notte, mentre affilava con una pietra tagliente alcuni rametti per farne delle frecce, udì un improvviso fruscio: dal sottobosco irruppe una sagoma scura.  Will si bloccò per la paura.  Era un cinghiale! L’animale lo caricò e Will finì gambe all’aria.  Sentì un morso al polpaccio e vide del sangue che gli colava.  «Un albero» pensò Will disperato. «Devo arrampicarmi su un albero!».  Si guardò intorno, in preda al panico: c’erano soltanto palme, con i tronchi alti e senza rami, difficili da scalare.  Poi lo sguardo gli cadde sulla freccia a cui stava lavorando: la punta era conficcata nel terreno.  Will si tuffò, nell’instante in cui il cinghiale sferrava un nuovo attacco, rotolò su se stesso, afferrò la freccia, estraendola dal terreno, poi si sedette, prese la mira e tirò.  La freccia colpì l’animale su un lato del muso, dietro il naso. Attese un nuovo attacco, ma il cinghiale ferito lanciò un grugnito di dolore e sparì.  Will rimase disteso sul terreno, in attesa che il battito del suo cuore riprendesse un ritmo normale. Gordon Korman, Survival. Avventure su un’isola deserta, Piemme, Il Battello a Vapore Analizzo PERICOLI E COLPI DI SCENA Sottolinea le risposte nel testo. - Quale situazione di pericolo ha vissuto Will, prima di giungere sull’isola? - Quale fatto imprevisto lo sorprende? - Qual è il colpo di scena? Facciamo squadra • E tu, che tipo sei?  coraggioso.  pauroso.  prudente.  curioso. • Divisi in coppie, scrivete che cosa significa per voi essere coraggiosi. Poi confrontate la vostra opinione con quelle dei compagni.