FACCIAMO SQUADRA PER LEGGERE SUSSIDIARIO DEI LINGUAGGI 4

ALT Verifica di competenza verso l'INVALSI Il mito di Persefone Quando ebbe inizio il mondo, il sole splendeva, i prati erano ricoperti di fiori e nei campi crescevano frutti e frumento. Era la dea Demetra che seminava e innaffiava: grazie a lei, il mondo sembrava un giardino. Mentre la dea della natura lavorava, sua figlia Persefone raccoglieva violette e, alla sera, madre e figlia tornavano a casa felici, cantando e ridendo. Non era così allegro il dio Ade; egli, infatti, non viveva sul monte Olimpo, dove c erano stanze bellissime fatte di nuvole e di sole, ma nel Regno dei Morti. Un giorno Ade, capitato casualmente sulla Terra, vide Persefone e se ne innamorò. D impulso, salì sul suo carro, la rapì e la portò nel cuore della Terra. E così Persefone sparì dalla faccia della Terra urlando terrorizzata. La madre Demetra sentì le urla ma, per quanto cercasse, non riusciva a capire dove e con chi fosse sparita sua figlia. La cercò per giorni e giorni abbandonando il suo lavoro. Così i fiori appassirono, il frumento e i frutti smisero di crescere. Disperata, Demetra corse sull Olimpo e si rivolse a Zeus, il re degli dèi. Se non riavrò mia figlia esclamò come potrò continuare a far crescere i fiori e i frutti sulla Terra? A quelle parole, Zeus rabbrividì: se morivano fiori e frutti, gli uomini non avrebbero più offerto doni agli dèi. Così prese la sua decisione: Invierò un messaggero da Ade con l ordine di lasciarla andare, a condizione che non abbia mangiato nulla. Intanto Ade si mostrava premuroso con la fanciulla e le offrì una succosa melagrana. Persefone, poiché aveva molta sete, ne mangiò solo sei chicchi. Quando Zeus lo seppe, meditò a lungo. Poi dichiarò che Persefone avrebbe trascorso sei mesi nel Regno dei Morti e gli altri sei con sua madre. Ecco perché, durante i mesi che Persefone trascorre sulla Terra, nei prati spuntano i fiori e la frutta: è primavera, poi estate. Ma, quando arrivano l autunno e l inverno, Persefone torna da Ade. Allora Demetra è triste, sulla Terra i fiori appassiscono e i frutti smettono di crescere. Geraldine McCaughrean, Il rapimento di Persefone e altre storie, Mondadori 142

FACCIAMO SQUADRA PER LEGGERE SUSSIDIARIO DEI LINGUAGGI 4